Scuderia Svalvolati

Cazzari on the road!

...la passione per le 2 ruote a Verona e provincia!...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  Lista utentiLista utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 >>SALUTO TRA MOTOCICLISTI E VARIE<<

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mister18
svalvolatissimo
svalvolatissimo
avatar

Numero di messaggi : 938
Età : 37
Localizzazione : Bovolon Beach!!
Data d'iscrizione : 09.10.07

MessaggioOggetto: >>SALUTO TRA MOTOCICLISTI E VARIE<<   Dom Dic 30, 2007 12:51 pm

Hola Svalvolati & Benvenuti a Voi tutti,
spero che farete tesoro di quanto segue, in quanto dettato e sperimentato nell'ambito delle nostre uscite di Gruppo.
Ovviamente non siamo dei professionisti e nemmeno coviamo presunzioni di sorta nel voler passare come tali ma, siccome questo documento è stato adattato "alla buona" ed in qualche passo presenta pure degli spunti "rubati" altrove, pensiamo di averlo integrato al meglio delle nostre possibilità, per renderlo fruibile anche a chi ancora non è così avvezzo alle uscite di Gruppo.
Buona lettura...

Ebbene, come tutte le tribù, anche i motociclisti hanno i loro codici ed i loro segni di riconoscimento... eccovi quindi un piccolo riassunto di molti dei loro saluti, gesti e segnali da utilizzare quando si è in sella alla propria moto.

Il primo saluto tra motociclisti, si fa quando ci si incrocia, consiste in un segno fatto con la mano Sx (per ovvie ragioni non con la Destra !) In genere si fa tenendo le dita a V secondo un vecchio racconto che riportiamo a pie pagina. E’ un segnale mitico nato negli anni ’70.

Il saluto con la mano sinistra viene sostituito con un segno del piede destro in occasione di un sorpasso. In accelerazione durante un sorpasso questo saluto permette di evitare di lasciare il manubrio, la sicurezza prima di tutto ! Questo segno non deve essere confuso con il classico calcio nella portiera ! Per cui fate attenzione molti potrebbero interpretarlo male. Riservatelo solo ai motociclisti (Il segnale, non il calcio!!)
N.B.:Nelle uscite di gruppo questo segnale (da ripetersi a domino tra tutti i partecipanti, indica un ostacolo o "probabile tale" nelle immediate vicinanze dello spazio di transito del Gruppo. Ripetetelo per avvisare per tempo utile chi vi segue)

I primi due segnali sono spesso sostituiti da un cenno con la testa, sopratutto in città altrimenti uno passerebbe tutto il tempo con le mani alzate e rischierebbe dei “dritti/lunghi” pazzeschi!

Il lampeggio è generalmente un segnale di pericolo condiviso da tutti, quindi si sconsiglia di utilizzarlo come saluto perché causa rischi di mala interpretazione.

Un buon sistema per segnalare la prossima sosta consiste nel mettere la freccia e segnalare con la mano il cartello che indica, la prossima stazione di servizio, la prossima uscita, il cambio di velocità imposta, etc...

Se vi trovate in riserva e avete urgenza di benzina potete segnalarlo con il pollice rivolto verso il serbatoio, questo indicherà agli altri di fermarsi assolutamente alla prossima stazione di servizio. A questo punto potete usare il segnale precedente per comunicare la sosta impellente.

Le strade sono spesso pericolose per le moto, e in caso di perdita di aderenza a causa di sabbia, olio,brecciolino (che è difficile da vedere, ma ha il suo grip !!) è cortese verso chi segue segnalarlo facendo strisciare un piede a terra.

Tra i segni preventivi è buona norma indicare a chi segue ostacoli imprevisti come buche, tombini aperti, tramite un segno della mano, questo segnale completa quello precedente e può essere fatto assieme.

Se volete segnalare che un altro motociclista ha le luci spente, bruciate o un altro problema di luci si può aprire e chiudere la mano ritmicamente, anche per indicargli di essersi dimenticato la freccia inserita.

Quando non è il serbatoio che si svuota, è lo stomaco che chiede il pieno!
Un piccolo segno con la mano aperta dal basso verso l’alto in direzione della bocca sarà facilmente comprensibile da tutti. In caso di “sete” intensa il pugno chiuso e il pollice verso la bocca sostituiranno la mano aperta per segnalare “Fermiamoci a Bere”.

Sfortunatamente il pilota automatico è ancora sperimentale e segreto, e quindi per il momento è consigliabile partire riposati e fermarsi al primo segnale di sonno (Occhi che sbattono, vista appannata) I tests, confermano che prima di addormentarsi si sperimentano dei periodi di sonno di qualche decimo di secondo, sufficienti però a rendere “definitivo” ogni viaggio, è prudente quindi fermarsi il prima possibile!!
Meglio non sperimentare la propria resistenza ai colpi di sonno perché "quelli" democraticamente, tratta noi tutti al medesimo modo.


La vera storia del saluto tra motociclisti.

Antico gesto che pare risalga al tempo in cui i cavalieri cavalcavano ancora un sol cavallo per volta e in carne ed ossa. La leggenda narra infatti di un cavaliere solitario in sella al suo destriero da non si sà quanti giorni, che percorreva in salita un sentiero di montagna in una tranquilla giornata di sole. In alcuni tratti egli godeva nello spronare il suo cavallo per sentire il vento attraverso le fessure della sua armatura per poi rallentare e godersi i rumori del bosco che attraversava. Intanto più in alto e più in là verso l'orizzonte si scorgevano già le torri del castello dove era diretto. Al cavaliere gli si illuminarono gli occhi dalla gioia. Quand'ecco scorgere in lontananza ed in direzione contraria la figura di un altro cavaliere che si avvicinava anch'egli felice. Quando i due si incrociarono, quello proveniente dal castello, sollevando la mano destra e con l'indice ed il medio disposti a "V", esclamò: "Mi spiace amico, arrivi 2, la principessa me la son già scopata io!" e si allontanò al galoppo... Ecco quindi come è giunto fino a noi, cavalieri di oggi, il gesto di salutarsi con le classiche dita a "V", poiché quello che non saluta, automaticamente personifica il cavalier cornuto...


Come sempre il Buon Mister18 al Servizio
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.nalinisrl.it
 
>>SALUTO TRA MOTOCICLISTI E VARIE<<
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ecco l'airbag per motociclisti ad attivazione elettronica di Bering
» Plastiche varie
» come prendere parte hai tornei e le varie classifiche
» Un saluto a un caro amico.
» Un saluto da un parmigiano!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Scuderia Svalvolati :: SVALVOLATI AL BAR :: Organizzazione motogiri & ritrovi svalvolati-
Andare verso: